lunedì 24 novembre 2014

Biscotti dell'Avvento


Tra una settimana è dicembre, e ufficialmente può iniziare il conto alla rovescia per il Natale!

Tutto per me comincia con il calendario dell'avvento...

Da tempo ormai, in casa mia, sono spariti i classici calendari di cartone con le 24 finestrelle con piccoli cioccolatini a tema natalizio, sostituiti da calendari "fai da te" molto più originali e gustosi!

Internet è fonte di ispirazione, vi basterà "navigare" un po' e troverete sicuramente il calendario adatto alle vostre capacità, con tutte le istruzioni per crearlo.

Se siete brave a cucire potete usare scampoli di stoffa per creare caselline personalizzate, oppure molto più semplicemente appendere a uno spago dei piccoli calzini a tema natalizio con delle mollette da bucato, o ancora attaccare a un pannello delle buste di carta, come quelle per il pane.

Sono sicura che chiunque di voi può trovare una soluzione originale e divertente per il proprio calendario dell'avvento, dopodiché non potrete più accontentarvi di quelli in commercio!

A me piace personalizzare il calendario, con piccoli pensieri, bigliettini scritti a mano, qualche regalino e ovviamente dolci tentazioni.

Giorno dopo giorno, ogni mattina fino al 24 dicembre, le caselle si aprono e il dolce segreto nascosto viene svelato.

Quest'anno ho scelto tre formine per i miei biscotti: stelle, cuori e l'immancabile albero di Natale!

lunedì 17 novembre 2014

Torta "tipo" Barozzi della Zia Giò


Capita anche a voi di sentire il bisogno di qualcosa di talmente buono da farvi dimenticare, anche solo per un secondo, tutti i problemi e le difficoltà?

Il mio rimedio è un quadretto di Torta Barozzi

La crosticina croccante e il cuore morbido, il cioccolato fondente, il profumo di caffè e un leggero sentore di Rum...cosa si può desiderare di più?!?

In "quei momenti" non mi interessano le calorie, perché quel pezzettino di torta guarisce tutti i mali!

La ricetta della Torta Barozzi è custodita dagli eredi del suo inventore, che nel Caffè Pasticceria di Vignola servono e preparano dal 1887 questa splendida golosità al cioccolato.

Molti cercano di riprodurre l'originale, ma il giusto equilibrio degli ingredienti è un segreto che nessuno per il momento è riuscito a svelare.

Non potendo raggiungere velocemente Vignola e la sua famosa Pasticceria, ho preparato la Torta "tipo" Barozzi della Zia Giò.

Non è una zia vera, ma è una di quelle persone che entrano nella tua vita e in qualche modo vorresti fossero parte della tua famiglia...per di più è un'ottima cuoca!

Una ricetta, che la zia Giò tramanda su  un foglietto  stropicciato e "vissuto", con gli ingredienti sapientemente dosati e scritti a mano.

Non sarà esattamente come l'originale ma mantiene intatta l'essenza della torta originale e i suoi "magici" poteri guaritori!

lunedì 10 novembre 2014

Crema Chantilly con cucchiaino di Fondente



Lo sapete da dove deriva il nome della Crema Chantilly?

La famosa crema prende il nome da un castello, che si trova per l'appunto a Chantilly, una località del Nord della Francia.

Sembra che un famoso pasticcere al servizio di un nobile francese, si specializzò nell'organizzazione di feste e banchetti.

Fu proprio durante uno di questi sontuosi ricevimenti che creò la sua più famosa crema, che prese poi il nome del castello in cui fu servita: Chantilly!

La versione originale prevede pochissimi ingredienti: panna, zucchero a velo e una bacca di vaniglia.

Spesso la confondiamo con la versione italiana, in cui vengono amalgamate panna e crema pasticcera, ma questa volta voglio preparare quella originale, ispirata dal giovane pasticcere francese...

lunedì 3 novembre 2014

Budino di Zucca con Cioccolato e Amaretti


Anche Halloween è passato...

Il cappello da strega è già riposto nell'armadio fino al prossimo anno, e a ricordarci la notte di Ognissanti resta un'invasione di dolcetti.

I biscotti fatti in casa sono stati "sfrattati" dalle loro scatole per far posto a caramelle gommose dalle svariate forme mostruose, che probabilmente (e fortunatamente) verranno dimenticate lì.

Ma c'è un'altra cosa che Halloween lascia dietro di sè, una cosa che personalmente adoro: la zucca!

Non rischio di esagerare se mi definisco una zucca addict! 

Mi piace in tutte le sue declinazioni: vellutata, nel risotto, sotto forma di gnocchi, crocchette o al forno con cannella e noce moscata. 

Persino i semi tostati e salati sono un aperitivo delizioso e originale!

Peccato che non tutti la pensino come me...e quando ho proposto un dolce con la zucca, le proteste si sono fatte sentire.

Il trucco?!

Non rivelate che nel dolce si nasconde la zucca, gli apprezzamenti si sprecheranno!!