lunedì 25 maggio 2015

Frullato ai mirtilli


"La felicità è stare a letto mentre fuori piove, è passeggiare sull'erba a piedi nudi, è il singhiozzo dopo che è passato"

Charlie Brown

Cosa ci vuole per essere felici?

Se qualcuno mi facesse questa domanda penserei subito alla salute, alla famiglia e al lavoro.

Tutti noi infatti, siamo costantemente alla ricerca della felicità, ma spesso la rincorriamo a vuoto pensando che si nasconda solo dietro grandi risultati.

A volte associamo la nostra felicità a beni materiali, a volte, al contrario, le attribuiamo significati mistici e mai tangibili.

Ma nella vita di tutti i giorni, forse ci basta molto meno per essere felici.

La spiegazione è che probabilmente esistono diversi gradi di felicità, e forse dovremmo imparare a godere di più dei momenti "felici" che la quotidianità ci offre.

Io associo la felicità a un momento, un attimo di un'euforia inaspettata che mi riempe di soddisfazione.

Mi rende felice svegliarmi col sole
ma sono felice di svegliarmi con la pioggia, se ho un nuovo paio di stivali da indossare

mi rende felice trovare parcheggio proprio davanti al negozio in cui devo entrare

sono felice quando ricevo la rivista a cui sono abbonata e posso scartarla dal suo involucro trasparente 

sono felice quando posso stare con le mie figliocce e, con la scusa di insegnare loro come fare le capriole, rotolare nel prato ridendo

mi sento felice quando arrivo a casa appena prima di un temporale

sono felice quando nella casella di posta c'è una mail di un'amica lontana che avevo perso da tempo

mi rende felice la stagione dei mirtilli e posso mangiarli a colazione, pranzo e cena

sono felice quando sento per televisione che una cosa che faccio o mangio fa bene alla salute (anche se in fondo so che non è poi così vero)

mi sento felice quando incontro una persona che mi ha fatto del male ed è diventata grassa

mi rendono felici gli abbracci, quelli veri, non di circostanza

sono felice se qualcuno sbuccia la frutta per me

sono felice quando metto il rossetto e qualcuno se ne accorge

mi rendono felice i complimenti se fatti da persone che stimo

mi sento felice se so che per cena ci saranno pizza e birra

A conti fatti, in fondo in fondo sono felice...quasi sempre!


Frullato ai mirtilli
Tempo di preparazione: 10 minuti
Accessori cucina Euronova
Lista della spesa:
(per due porzioni)

250 gr mirtilli
1 bicchiere di latte di mandorla
1/2 banana
1/2 lime
ghiaccio



Preparazione
Mettete nel frullatore i mirtilli (che avrete precedentemente messo nel freezer) la banana tagliata a fette, il latte di mandorle e il lime spremuto.

Frullate a massima velocità per un paio di minuti.

Aggiungete i cubetti di ghiaccio e frullate nuovamente.

Servitelo subito con mirtilli freschi e, per i più golosi, decorate con del cioccolato bianco in scaglie.


Nessun commento :

Posta un commento