mercoledì 30 dicembre 2015

Come apparecchiare la tavola a Capodanno?


Il menù di Capodanno è definito, all'oufit penseremo all'ultimo momento, non ci resta che apparecchiare la tavola per il Cenone.

Voglio una tavola elegante, voglio dedicare attenzione ai particolari e vorrei che tutti si sentissero a proprio agio.

Voglio un centrotavola originale. Sono stufa di agrifoglio, candele e pigne!

Anche se non è certo un vero centrotavola io scelgo un villaggio, in legno tutto bianco, con i pini e le casette, che illumina finestre e lampioncini quando il sole tramonta.

Voglio dei portatovaglioli che ricordino a agli invitanti che manca poco al nuovo anno!

Bastano nastro e vecchi orologi da taschino (i miei sono fermi da moltissimo tempo), e se non li avete potete disegnarli sul cartoncino e ritagliarli.


 
Voglio dei segnaposto naturali. Li ho visti a casa di un'amica e li ho subito copiati.
Un pezzo di legno (io ho scelto la betulla), un piccolo foro al centro e un rametto di quello che preferite: abete, agrifoglio, biancospino.


In nessuna tavola apparecchiata per il Cenone di Capodanno che si rispetti, possono mancare dei calici da innaffiare copiosamente di bollicine per brindare a un anno che ci lascia con tutti i suoi guai e le sue gioie e uno nuovo che arriva ricco di speranze e buoni propositi.

Io i calici li voglio rossi! Per dare un tocco di colore alla mia tavola bianca.


Il villaggio è ormai illuminato, i piatti sono posizionati, i tovaglioli segnano il tempo, ognuno ha il suo posto e i bicchieri sono colmi di bollicine...il mio augurio per tutti voi è che nel nuovo anno almeno uno dei vostri desideri diventi realtà!

Buon 2016!!!

Nessun commento :

Posta un commento